terreno
Criteri per i Corsi di Recupero

Estratto dalla Delibera n° 41 del Collegio dei Docenti del 18 maggio 2012

Criteri per la determinazione e la scelta dei corsi di recupero
I debiti finali da assegnare allo studente andranno scelti sulla base di:
1) gravità delle insufficienze: è assicurata una priorità alla disciplina in cui l’insufficienza risulti palesemente più grave, secondo il voto proposto dagli insegnanti;
2) a parità del voto di insufficienza: viene data la priorità alle materie d’indirizzo;
3) propedeuticità della disciplina: se i criteri precedenti non dovessero garantire la scelta, ha la precedenza la disciplina che si ritiene propedeutica per lo studio di altre.

La prova di verifica finale, obbligatoria per tutti gli alunni con sospensione del giudizio, e il relativo scrutinio si svolgeranno entro la 3a decade di agosto.

Per quanto concerne poi l’organizzazione dei corsi verranno seguiti, in linea di massima, i seguenti criteri:
- attivazione di corsi di recupero da 6 o 8 ore (da 60 minuti) ciascuno purché le risorse disponibili siano sufficienti;
- ogni singolo gruppo sarà costituito da non meno di 6 alunni;
- i corsi di recupero verranno effettuati possibilmente nel periodo compreso tra l’ultima settimana di giugno e la seconda settimana di luglio;
- nel caso in cui il corso non venga realizzato dal docente della classe, ..“il docente incaricato si raccorda con i docenti della disciplina del gruppo affidatogli al fine di orientare contenuti e metodi dell’attività di recupero agli specifici bisogni formativi di ciascun alunno.” (art.2, comma 8 O.M. 92 05/11/2007): la prova di verifica sarà predisposta in collaborazione tra il docente della classe e quello incaricato del corso, mentre la somministrazione e la correzione sarà a carico del docente della singola classe;
- nel caso in cui non sia possibile attivare il corso per l’esiguo numero di alunni verrà assegnato lo studio individuale;
- la prova di verifica finale è obbligatoria e costituita da prove scritte, orali e grafiche come previsto per le singole discipline con la costituzione di commissioni o sottocommissioni costituite dai docenti di ogni singolo consiglio di classe.